Accesso ai servizi

Venerdì, 05 Giugno 2020

NUOVA IMU 2020



NUOVA IMU 2020


Il comma 738 dell’art. 1 della Legge nr. 160 del 27.12.2019 (Legge di Bilancio 2020) ha abolito, a decorrere dal 1° gennaio 2020, la IUC (Imposta Unica Comunale). In particolare ha abrogato le disposizioni riguardanti la disciplina dell’IMU (Imposta Municipale Propria) e della TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) e ha istituito, con decorrenza 01.01.2020, la NUOVA IMU disciplinata dal comma 739 al comma 783 dell’art. 1 della medesima legge.
I presupposti d’imposta e i soggetti passivi rimangono per lo più quelli previsti dalla precedente normativa IMU (i proprietari o titolari del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie su immobili diversi da abitazione principale e pertinenze) ma la nuova disciplina ha introdotto alcune novità di rilievo:
 
-I FABBRICATI RURALI STRUMENTALI E I BENI MERCE nell’anno 2019 erano esenti dal versamento dell’IMU. A partire dal 01.01.2020 sono soggetti a tassazione (commi 750 e 751 della L. 160/2019) salvo azzeramento dell’aliquota da parte del Comune.
 
-AREA FABBRICABILE PERTINENZA DEL FABBRICATO: la nuova disposizione prevista dal comma 741, lett. a) dell’art. 1 della L.160/2019, stabilisce che si considera “parte integrante del fabbricato l’area occupata dalla costruzione e quella che ne costituisce pertinenza esclusivamente ai fini urbanistici, purché accatastata unitariamente”. La parte residuale di un’area oggetto di sfruttamento edificatorio può essere considerata pertinenza ai fini IMU solo nel caso in cui risulti accatastata unitariamente al fabbricato, anche mediante la tecnica catastale della cosiddetta “graffatura”. In questo caso il valore del fabbricato comprende anche quello dell’area pertinenziale. In caso contrario continua a considerarsi edificabile e come tale soggetta ad un’autonoma imposizione.
 
 -PENSIONATI ISCRITTI AIRE: La “Legge di Bilancio” 160/2019 non ha confermato l’esenzione IMU disciplinata dalla precedente normativa per i pensionati iscritti all’AIRE per i quali non è più prevista la possibilità di assimilare l’unità abitativa tenuta a disposizione in Italia ad abitazione principale. Quindi per gli AIRE tutti gli immobili posseduti in Italia sono soggetti a imposta quali “altro fabbricato”.
 
-IMMOBILI TURISTICI: il “Decreto Rilancio” nr. 34 del 13.05.2020 ha abrogato la prima rata dell’IMU per gli alberghi e le altre strutture ricettive quali residence e campeggi, agriturismi, ostelli, villaggi turistici, bed & breakfast, affittacamere ecc. a condizione che i proprietari delle suddette strutture siano anche i gestori delle stesse.
ACCONTO 2020
 
Rimane confermata l’esenzione della NUOVA IMU per abitazione principale e relative pertinenze e, per quanto riguarda il Comune di Solbiate con Cagno, anche dei terreni non edificabili, nonché la riduzione del 50% della base imponibile per i comodati gratuiti aventi le caratteristiche previste dalla Legge Finanziaria anno 2016 ovvero:
-  comodato concesso ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale;
-  il contratto di comodato deve essere registrato;
- il comodante, oltre all’abitazione concessa in comodato, deve possedere in Italia un solo altro immobile ad uso abitativo, che sia ubicato nello stesso Comune e che venga dallo stesso utilizzato come propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
 
La Giunta Comunale con deliberazione n. 38 del 28 maggio 2020 ha differito i termini di versamento dell’acconto entro il  16 SETTEMBRE 2020.
Il versamento dell’acconto dovrà essere effettuato mediante l’utilizzo del mod. F24
 
Il Codice Ente del Comune di Solbiate con Cagno è M412
 
I Codici tributo da utilizzare nella compilazione del modello sono i seguenti:
 
-Cod. 3912: IMU abitazione principale e relative pertinenze (solo A/1, A/8 e A/9)
-Cod. 3916: IMU aree fabbricabili
-Cod. 3918: IMU altri fabbricati
-Cod. 3925: IMU immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D (STATO)
-Cod. 3930: IMU immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D (INCREMENTO COMUNE)
L’importo dell’acconto è pari al 50% dell’imposta calcolata applicando le aliquote deliberate dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 12 del 28 maggio 2020 e di seguito riportate.
In sede di prima applicazione della NUOVA IMU, come previsto dal comma 762 dell’art. 1 della Legge nr. 160/2019, l’importo dell’acconto può essere pari al 50% di quanto versato nel 2019 per IMU e TASI.
L’imposta non è dovuta per importi annui inferiori a 12,00 Euro. Nel caso in cui l’imposta da versare in acconto sia inferiore a 12,00 Euro, il contribuente provvederà a versare l’intera imposta annua.

 

 

 

 

ALIQUOTE NUOVA IMU

 

Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 12 del 28 maggio 2020 ha approvato le seguenti aliquote IMU.

 

TIPOLOGIA DI IMMOBILE

ALIQUOTA NUOVA IMU

Abitazioni principali e relative pertinenze

- A/2 Abitazioni di tipo civile

- A/3 Abitazioni di tipo economico

- A/4 Abitazioni di tipo popolare

- A/5 Abitazioni di tipo ultrapopolare

- A/6 Abitazioni di tipo rurale

- A/7 Abitazioni in villini

 

 

ESENTE

Abitazioni principali e relative pertinenze classate come segue:

-A/1 Abitazioni di tipo signorile

-A/8 Abitazioni in ville

-A/9 Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici e storici

 

 

6,0 PER MILLE

Unità immobiliari e relative pertinenze assimilabili all’abitazione principale ai sensi dell’art. 11 del Regolamento IUC e ai sensi di legge

- Unità immobiliare, comprese le relative pertinenze, posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

 

 

 

ESENTE

- Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze degli assegnatari;

- Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in assenza di residenza;

- La casa familiare assegnata al genitore affidatario dei figli, a seguito di provvedimento del giudice che costituisce altresì, ai soli fini dell’applicazione dell’imposta, il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario stesso;

-Un solo immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate ed alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;

-I fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali adibiti ad abitazione principale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ESENTE

Fabbricati classificati nella categoria catastale D, ad eccezione dei D 8 e D10

9,5 PER MILLE

Fabbricati classificati nella categoria catastale D8

10,6 PER MILLE

Fabbricati rurali ad uso strumentale - Categoria D10

ESENTI

Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati

1,0 PER MILLE

Fabbricati classificati nella categoria catastale C1 e C3

8,5 PER MILLE

Aree edificabili

8,5 PER MILLE

Terreni agricoli

ESENTE

Altri fabbricati per cui non sia prevista una specifica diversa aliquota

9,5 PER MILLE

 

 

INFORMAZIONI UTILI

 

Sul sito comunale (www.comune.solbiateconcagno.co.it) sarà inserito il link “ANUTEL – Calcolo IMU” attraverso il quale il contribuente potrà autonomamente provvedere al calcolo IMU e alla stampa del modulo di pagamento.

 

Per eventuali chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio tributi come segue:

- tributi@comune.solbiateconcagno.co.it

- telefonicamente allo 031/940249 – 031/806050 interno 4

 

L’ufficio tributi è comunque a disposizione per l’assistenza al calcolo solo su appuntamento da richiedere telefonando al numero 031/940249 – 031/806050 interno 4 tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30.

Solbiate con Cagno, 5 giugno 2020

 

 

Il Responsabile del Servizio tributi

Dott.ssa Emanuela Cecini






123movies